venerdì 27 aprile 2018

Un difetto del doppiaggio tedesco

Io sono un appassionato di serie TV gialle (ma credo in passato di avervelo già detto).
Non è che guardi e accetti tutto: mi piace il genere, ma sono critico... quindi a ogni nuova serie che esce guardo una o due puntate, ma se nessuna delle due prime puntate mi convince, ciao. Storia chiusa.

Comunque qui non voglio parlarvi dei miei gusti e di come decido quali serie seguire e quali no.
Qui voglio parlarvi di un problema di doppiaggio.

Io vivo in Germania, quindi la maggioranza delle serie in questione (indipendentemente dalla loro origine) le seguo in tedesco.
Serie in lingua inglese o italiana ho comunque talvolta la possibilità di seguirle anche in originale, in lingua francese anche ma più raramente.
In altre lingue non sarei in grado di seguirle io (ok, in spagnolo e olandese le capirei, ma non apprezzerei le finezze linguistiche o le variazioni dialettali).

Torniamo al tedesco.
Il problema del doppiaggio tedesco (nelle serie TV, nei film per fortuna la situazione è decisamente migliore) è il non apprezzamento delle differenze di accento o di dialetto.
Mi spiego meglio: se in originale (inglese, italiano, francese) uno parla male perché non madrelingua o perché usa il dialetto o perché semplicemente è ignorante... nel doppiaggio tedesco parla sempre e comunque un buon tedesco, generalmente senza particolari accenti.
Persino il Catarella di Montalbano in tedesco sembra quasi un linguista!

Per fortuna qui in Germania ci sono ottime serie autoctone che non dimenticano le differenze linguistiche e dialettali di cui sopra... in una serie tedesca uno straniero mantiene l'accento straniero (e anche alcune espressioni che si porta dietro dalla madrelingua), i dialetti rimangono presenti e gli incolti parlano pessimo tedesco.
Ma appunto: nelle serie autoctone. Non nelle serie doppiate.

Saluti,

Mauro.

7 commenti:

  1. Interessante. Sarebbe utile capire il perché: ragioni culturali, limiti di budget, limiti di tempo, ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente di tutto un po'.
      Una cosa è certa: le serie non godono della stessa cura dei film.

      Elimina
  2. Ricordo una volta che ero in Finlandia ospite da un'amica e guardammo una puntata di Montalbano su una TV locale. Non doppiata, con sottotitoli in (credo) finlandese.

    Ecco, mi sono sempre domandato come fosse possibile riportare nei sottotitoli i vari "Ma che minchia dice?", "Me ne catafotto" ecc...
    Per non parlare degli svarioni del buon Catarella :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In Germania Catarella (quella del linguista era ovviamente una battuta) è semplicemente reso in fondo come un bambino che non conosce ancora tutte le regole grammaticali.
      Il che non rende per niente il "vero" Catarella.

      Elimina
  3. Ha scoperto l'acqua calda! E' da quando esiste il doppiaggio che, fatte rare eccezioni, vengono appianate differenze dialettali e linguistiche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nei film non è così (almeno non per quelli distribuiti da case importanti).
      Così è però standard per le serie.

      Elimina