lunedì 24 gennaio 2011

Una domanda a Fini

Fini: «Per andare al governo c'è chi vende l'anima e anche altro».

La domanda è: ai tempi, per diventare ministro degli esteri e vicepresidente del consiglio, lui ha venduto solo l'anima o anche altro?

Saluti,

Mauro.

4 commenti:

Silvietta ha detto...

Se intendi anche il culo, è probabile, ma forse, dico, forse forse forse se l'è ripreso

Mauro ha detto...

Ti dirò, Fini ultimamente ha fatto e detto molte cose apprezzabili... però lo rivaluterò solo il giorno che avrà il coraggio di dire: "Sì, allora, pur di andare al governo mi sono venduto e prostituito".

Fino a che non dichiarerà ciò, mi dispiace, ma sarà solo un ipocrita. Un ipocrita che, contrariamente ad altri, cerca di riparare a qualche danno fatto... ma pur sempre un ipocrita.

Silvietta ha detto...

Sottoscrivo: un reale pentimento è quando si ammette onestamente le porcate fatte, senza chiedere sconti.
Il suo comportamento mi sa tanto di topo che abbandona la nave che affonda e non ha niente a che fare del San Paolo folgorato sulla via di Damasco.
Non c'entra niente, ma per caso hai letto la mia recensione su Vallanzasca?
Notte^_^ Caro Mauro ;)

Mauro ha detto...

A proposito di Paolo (o Saulo) prima o poi dovrò decidermi a scrivere un articolo sul fatto che il cristianesimo in realtà dovrebbe chiamarsi paulianesimo... :-)

Per quanto riguarda Vallanzasca... recensione letta e apprezzata... ma non avendo visto il film, non posso permettermi commenti miei :-)

Buona notte a te, Silvietta!