mercoledì 26 ottobre 2011

Ignoranza brevettata - Una spiegazione

Il mio intervento di ieri sulla brevettabilità dei prodotti agricoli (Ignoranza brevettata) sta avendo una risonanza a cui gli interventi sul mio blog non sono abituati (e sarei ipocrita se negassi di esserne contento e lusingato).

Ho notato che viene segnalato su Facebook (no, su FB non me lo sono autosegnalato, ci è arrivato per strade sue), in forum di cui neanche conoscevo l'esistenza ed è stato pure citato (in termini positivi) da Dario Bressanini sul suo blog (e questa è la citazione che più mi ha fatto piacere, anche perché nell'intervento massacravo un articolo di Repubblica... e Bressanini scrive su Repubblica).

Comunque, la spiegazione a cui mi riferisco nel titolo è la seguente: in alcuni forum il mio intervento è stato citato aggiungendo l'osservazione (giustissima! sacrosanta!) che, non conoscendomi, non garantivano sull'affidabilità dell'autore.
Bene, io non sono un esperto del settore alimentare (anche se mi piace mangiare e bere bene ;-) ), però di brevetti e innovazione qualcosa ne so. Io sono infatti un fisico, lavoro alla Siemens in Germania, dove (tra le altre cose) mi occupo appunto di brevetti e innovazione.
Se voleste sapere qualcosa di più su di me professionalmente, potete curiosare il mio profilo su Xing.

Saluti,

Mauro.

4 commenti:

Paolo ha detto...

Se vuoi avere risonanza devi parlare su facebook...!

Mauro ha detto...

Non ho bisogno di risonanza di massa. Preferisco la risonanza di qualità

La risonanze vera è quella che mi ha dato Bressanini (sul sito de "L'Espresso"/"Le Scienze").

TuristadiMestiere ha detto...

ehi...ma che CV da paura!!! E bravo Mauro!!! In effetti Bressanini "c'ha visto lungo" a citarti...il tuo post è scritto davvero bene! :)

Mauro ha detto...

Non esageriamo :-)