mercoledì 23 giugno 2010

La sessualità della Bibbia...

La Chiesa (ma non solo quella cattolica) si distingue, tra le altre cose, per la sua estrema sessuofobia... l'istituzione Chiesa sembra aver sempre avuto paura del sesso. Del sesso in assoluto, non solo del sesso all'interno delle proprie fila.

Però... però questa sessuofobia in fondo dimostra solo che la Chiesa non conosce la Bibbia :-)

Ieri sera mi è ricapitato tra le mani un bellissimo testo di letteratura sentimentale ed erotica. Un testo scritto ben più di duemila anni fa e ancora oggi uno dei più belli in assoluto.
Che testo è? Semplicemente il "Cantico dei Cantici", uno dei libri poetici e sapienziali della Bibbia.

Una lettura che consiglio a tutti, sia ai credenti che agli atei come me.

E qualsiasi innamorata/o può dedicarlo al proprio amore, anche al più profano degli amori.

Saluti,

Mauro.

2 commenti:

Valente il ragazzo diffidente ha detto...

Molto spesso la Chiesa mi da l'impressione di non conoscere minimamente quello che vorrebbe amministrare: l'uomo.

Il sesso a volte mi sembra che venga trattato come proibizione a priori. Eppure, se esiste un Dio, ritengo che il sesso, anche senza amore, se fatto in maniera "intima" e/o "intimistica" è uno dei doni più belli dell'universo.

Dopo un goal del Genoa nel derby sotto la Sud, ovviamente! :-)

Valente

Mauro ha detto...

Non posso che sottoscrivere, soprattutto l'ultima frase ;-)

Saluti,

Mauro.