mercoledì 16 maggio 2018

Le medicine alternative non esistono

Parliamoci chiaro: chi cerca di giustificare teorie pseudoscientifiche (alias fuffa) come medicine alternative o complementari fa solo giochi di parole.

Qui non voglio fare una lista di ciò che è scienza e ciò che non lo è, non voglio entrare nel dettaglio di ogni singola disciplina per per dirvi "questa è scienza, questa no, questa sì, questa no, questa magari forse".

Voglio fare una cosa molto più semplice: voglio spiegarvi come si giudica una terapia.

Per ogni terapia (di qualsiasi tipo, di qualsiasi origine e di qualsiasi composizione) esistono solo due possibilità dopo la fase di test:
a) funziona;
b) non funziona.

Se si verifica a) (ma nel senso che è provato che nella maggioranza dei casi funzioni, non che "però su di me ha funzionato") allora è medicina e basta. Senza ulteriori attributi. Medicina. Anche eventuali medicine cosiddette alternative che dovessero essere dimostrate come funzionanti sarebbero a questo punto medicina e basta.

Se si verifica b) non è proprio medicina. Né ufficiale, né alternativa, né scientifica, né tradizionale, né altro. Non è medicina e basta.

Ergo le medicine alternative o complementari non esistono.
Esistono sono la medicina e ciò che medicina non è. Punto e basta.

Saluti,

Mauro.

4 commenti:

  1. Qui si torna sulle teste di pietra di cui ho parlato nei commenti al post precedente. Fagliela capire! Quando leggono "alternativa" sono già partiti per la tangente e non li fermi più.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se solo partissero perdendosi nello spazio... 😉

      Elimina
  2. Lo spazio è già pieno di spazzatura... BTW... :D

    RispondiElimina