venerdì 18 maggio 2012

Pirati con i grilli per la testa

Sempre più spesso leggo su giornali, riviste e web paragoni tipo "I pirati sono i grillini tedeschi" oppure "I grillini sono i pirati italiani".

Beh, chi lo scrive non ha capito un belino né dei pirati, né dei grillini.

A parte la diversa storia dei due movimenti-partiti.
A parte i diversi programmi dei due movimenti-partiti.
A parte la diversa struttura dei due movimenti-partiti.

A parte tutto ciò, c'è un'ulteriore differenza, sostanziale ed enorme, tra pirati e grillini (tutto sommato a favore dei grillini, anche se come sapete io non li amo).

I grillini sono guidati da un imbonitore populista, ma sanno che stanno facendo politica, che non si tratta di un gioco ma di una cosa seria. Hanno i piedi ben piantati per terra. Forse addirittura troppo, fino ad avere programmi concreti solo a livello locale, non nazionale.

I pirati non sono guidati e neanche ispirati da imbonitori populisti, ma di fatto credono di essere parte di un gioco su internet... non si sono ancora resi conto che una volta che ti candidi (e soprattutto una volta che vieni eletto, anche fosse solo in un consiglio di condominio) il gioco finisce e comincia la realtà.

Saluti,

Mauro.

Nessun commento: