domenica 12 aprile 2015

La leggenda del bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto

Tutti conosciamo l'immagine del bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto: un bicchiere riempito fino a metà di un qualsiasi liquido apparirà all'ottimista mezzo pieno e al pessimista mezzo vuoto. Mentre colui che vorrà farsi vedere furbo e intelligente dirà che è mezzo pieno e mezzo vuoto.

Bene, tutti e tre i detti figuri contano solo delle palle. Tutti e tre credono a una leggenda metropolitana e la diffondono ulteriormente.

Esaminiamo le cose dapprima dal lato fisico.

Visto che noi non viviamo nel vuoto assoluto (anzi, anche in laboratorio l'essere umano è riuscito al massimo a creare un vuoto solo quasi assoluto e il famoso vuoto interstellare è tutto tranne che vuoto)... il bicchiere sarà sempre completamente pieno.

Il famoso bicchiere mezzo pieno (o mezzo vuoto) sarà infatti pieno per metà di liquido e per l'altra metà di aria.
Anche un bicchiere senza neanche una goccia di liquido al suo interno sarà sempre e comunque completamente pieno. Pieno di aria (o di altri gas se si trova in luoghi particolari).

E la cosa vale anche per l'interpretazione psicologica del bicchiere.

Quelli di noi che vedono il bicchiere mezzo pieno sono quelli che (a torto o ragione non è importante in questo contesto) ritengono di avere una vita piena, veramente vissuta, mentre quelli che lo vedono mezzo vuoto sono quelli che vedono la propria vita vuota, magari non fallita ma per lo meno noiosa.

No. Anche in questo caso è una leggenda metropolitana. La vita è sempre piena, perché - anche se magari non ce ne accorgiamo - accade sempre, costantemente qualcosa. Nella peggiore delle ipotesi il semplice respirare, che è comunque un'attività.

Il problema non è se vita e bicchiere siano pieni o vuoti.
Il problema è di cosa sono pieni, visto che entrambi sono sempre e comunque completamente pieni.

Saluti,

Mauro.

14 commenti:

  1. E in realtà basterebbe un minimo di logica per capirlo, non servono chissà quali conoscenze scientifiche (anche se, obiettivamente, queste aiutano).

    RispondiElimina
  2. Bisogna la voglia di saperlo. Perché se lo sai e non fai niente per cambiare il contenuto della vita tua, non ti puoi più lamentare. Quindi è molto più comodo di non capirlo.

    RispondiElimina
  3. Apprezzo il lato scientifico di questo articolo ma non sono assolutamente d'accordo sul resto.
    Il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto è semplicemente un "indicatore" di come una persona si sente: se vede il bicchiere mezzo pieno è ottimista, se lo vede mezzo vuoto è pessimista. E tutto questo indipendentemente dal successo o dal fallimento personale.

    Discutere di questa "immagine" però mi sembra inutile. Sarebbe come discutere del detto "Affogare in un bicchier d'acqua" o "Chi nasce tondo non muore quadrato".

    Sono frasi che si usano solo per far capire un concetto e nulla più.

    RispondiElimina
  4. Dimentichi una cosa: la gente parla di "mezzo pieno" o "mezzo vuoto" anche (e sempre) davanti a un bicchiere concreto, non solo davanti alla propria vita.
    E ciò è un'idiozia. Idiozia che poi detta gente "esporta" alla vita in generale.

    RispondiElimina
  5. Il tuo ultimo commento è fatto dal punto di vista della fisica?

    RispondiElimina
  6. Parte dalla fisica (e da come la gente osserva il bicchiere concreto) ma non si ferma a essa.
    L'errore che la gente fa con la fisica (per ignoranza) la stessa gente lo fa anche con la psicologia (e qui però all'ignoranza si aggiunge anche la presunzione).

    RispondiElimina
  7. L'ottimista: è mezzo pieno.
    Il pessimista: è mezzo vuoto.
    Il realista: è piscia.
    E comunque tutto è relativo: come ho sentito dire da più di una persona "pessimista è come un ottimista chiama un realista".

    RispondiElimina
  8. Come cantava Max Pezzali: "Mezzo pieno, mezzo vuoto, questo è il solo e unico bicchiere che abbiamo".

    RispondiElimina
  9. Non sono completamente d'accordo.
    Sicuramente, è vero, una piccolissima minoranza, userà l'espressione per fare psicologia spicciola ma per il restante 99,99% delle persone è semplicemente un modo per chiarire il proprio pensiero e nulla più.
    Vogliamo crocifiggere che chi dice: "Mi sento uno straccio!"? Flagellare chi si azzarda a chiedere: "Ma oggi hai la luna storta?"
    Non mi sembra il caso...

    RispondiElimina
  10. @ Bend
    Questo verso di Pezzali non lo conoscevo... alla faccia dell'ottimismo!

    @ Serena
    Le due espressioni da te citate hanno una differenza sostanziale con quella che io "combatto".
    Le due da te citato non portano la gente a deformare la realtà.
    Nessuno (senza problemi psichici) confonderà mai nella realtà una persona con uno straccio.
    Nessuno nella realtà penserà mai che ognuno abbia una propria luna reale e che questa stia dritta quando si è di buon umore e storta quando di cattivo.
    Ma tutti - a causa di quest'espressione - credono nella realtà che in un bicchiere reale riempito a metà con un liquido reale sia per l'altra metà realmente vuoto.

    RispondiElimina
  11. Dal punto di vista fisico, hai sicuramente ragione ma dal punto di vista pratico, no.

    RispondiElimina
  12. Inserisco e metto ai voti un commento che ha un fondamento sia fisico che psicologico. Il proverbio si riferisce a una situazione precisa: una persona che HA SETE!
    Chi ha MOLTA sete e davanti un bicchiere pieno a metà di acqua (o vino, o aranciata), anche se consapevole che sopra l'acqua (vino, aranciata) c'è l'aria, dell'aria se ne frega. L'ottimista dice. "guarda, quel bicchiere è mezzo pieno, almeno un po' potrò bere e ho così tanta sete che starò meglio"
    Il pessimista dice: "Guarda, il bicchiere è mezzo vuoto, non basterà a dissetarmi".

    Quindi Mauro, si parte da un'immagine realistica, e l'aria sopra non c'entra nulla. Il bicchiere contiene sostanza atta a dissetare solo per metà. Il nostro grado di ottimismo valuta poi come considerare la situazione rispetto alla nostra sete.

    Che ne dite?

    RispondiElimina
  13. Anche se il bicchiere rimane sempre e comunque completamente pieno... non posso darti torto ;-)

    RispondiElimina