lunedì 8 aprile 2013

Lo ho detto e lo ho fatto

Avevo scritto che volevo contattare tutti i parlamentari per proporre Carlo Rubbia come candidato alla presidenza della Repubblica.

Bene: i senatori e le senatrici li ho contattati. Nei prossimi giorni toccherà ai deputati e ai rappresentanti delle regioni.

Qui sotto potete leggere la mail che ho spedito agli eletti in Senato (e che verrà usata anche per deputati e rappresentanti regionali).
Spammate anche voi :)

Saluti,

Mauro.

---


Gentile Senatore/Senatrice,

ci stiamo avviando verso l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica.
Negli ultimi tempi la stampa (e anche alcuni rappresentanti delle istituzioni) ha fatto svariati nomi di potenziali o reali candidati alla carica.

Tra tutti i nomi fatti è apparso solo un nome legato alla scienza: Margherita Hack.
Margherita Hack ha però più di 90 anni, quindi – siamo seri – non è il caso di eleggerla: serve qualcuno che possa garantire l’intero settennato e una persona ultranovantenne non può farlo.

Però la scienza – in Italia tanto bistrattata dalla politica e dalla società tutta – serve al paese. Anzi la scienza è il futuro del paese, l’unica possibilità di rinascita dello stesso.

Quindi io la invito, quando dovrà votare per l’elezione del Presidente della Repubblica, a scegliere un nome di indubbio prestigio e qualità: Carlo Rubbia.

Cosa parla a suo favore?

- Vista la sua attività scientifica è una persona con in testa il futuro, non il presente, e ciò all'Italia (e all'Europa) serve. Troppi politici (anche in buona fede) sono legati al breve termine e ciò è dannoso.
- Sempre vista la sua attività scientifica è una persona che sa quali sono le priorità per far crescere il paese.
- Avendo diretto in passato un grande laboratorio internazionale come il CERN ha dimostrato di avere doti politico-diplomatiche a sufficienza: se sei solo scienziato puoi guidare un esperimento di successo, ma non puoi guidare un istituto di ricerca internazionale.
- Politicamente si è sempre dimostrato super partes, non nel senso che non avesse proprie idee politiche, ma nel senso che ha sempre posto il bene della scienza e del paese davanti a ogni idea politica.

Ci pensi. Per il bene dell’Italia.

Cordiali saluti,

Mauro Venier.

4 commenti:

Serena ha detto...

Copio e spammo. :-)

Mauro ha detto...

Brava :-)

Marco Fulvio Barozzi ha detto...

Come hai fatto a inviarla? Hai un indirizzario? Dimmi, che lo faccio anch'io!

Mauro ha detto...

Sono semplicemente andato sui siti di Camera e Senato a cercare i contatti dei parlamentari. Un indirizzario mio non lo ho preparato.