giovedì 10 novembre 2011

Un promemoria per gli italiani

Forse per Berlusconi è la fine. Non ci credo finché non lo vedo, ma facciamo finta che.

Comunque Berlusconi che se ne va risolve solo una parte del problema, non il problema nel suo complesso. E non sto parlando di debito, crisi finanziaria, giustizia o simili.
Sto parlando del berlusconismo. Che, anche se non lo chiamavamo così, esisteva prima di Berlusconi e probabilmente continuerà a esistere dopo.

Cos'è il berlusconismo? È il qualunquismo, l'individualismo degli italiani, il loro non senso dello Stato che contnua a farli cadere nelle mani di imbonitori da mercato.

La cosa cominciò negli anni venti con un altro imbonitore, Benito Mussolini che - se qualcuno se lo fosse dimenticato - andò al potere legalmente grazie alle sparate qualunquistiche, non tanto a quelle nazionalistiche.
Poi nell'immediato dopoguerra un altro imbonitore, un qualunquista di razza (Guglielmo Giannini), mise a soqquadro il panorama politico italiano col suo Fronte dell'Uomo Qualunque. Non durò solo perché non aveva a disposizione nessun mezzo di comunicazione a parte il suo proprio giornale (uno solo, e nessuna radio).
Poi siamo finiti sotto tutela washingtoniana e ciò ha tenuto al guinzaglio i vari imbonitori (anche se dopo le grandi battaglie degli anni '70, Pannella si trasformò anche con discreto successo in imbonitore e ci diede Cicciolina in Parlamento).
Finita la tutela arrivò Berlusconi, sul quale non serva che dica nulla.
E ora che Berlusconi sta finendo quale è il "politico" che agli occhi della gente è il più "onesto" e "serio" e "intelligente" (anche se per ora pochi lo votano)? Un altro imbonitore qualunquista: Beppe Grillo.

Forse servirebbe cambiare gli italiani, non tanto i politici.

Saluti,

Mauro.

2 commenti:

  1. Certo, gli italiani sono una razza inferiore, evidentemente. Devono avere qualcosa di storto nel DNA.
    I tedeschi, invece ...
    E questo genere di discorsi non sarebbe qualunquismo, nevvero?

    RispondiElimina
  2. Certo che il commentare e contestare senza il coraggio di firmarsi invece è una gran cosa, altro che il qualunquismo!

    Comunque bel commento assurdo. Che c'entrano i tedeschi? Chi ne ha mai parlato bene? È vero, vivo in Germania, ma non ho mai esaltato i tedeschi, anzi. Leggi un po' sul blog e vedrai.

    Comunque si sa... guai a toccare San Grillo!

    RispondiElimina