mercoledì 23 febbraio 2011

Ciao Mimì

Nonostante il mio essere comunista, proletario, sinistrorso e chi più ne ha più ne metta... con questo messaggio voglio salutare un imprenditore, un vero imprenditore, uno della schiatta di Adriano Olivetti o Enrico Mattei.

Ieri è morto nella sua Palermo Domenico "Mimì" La Cavera. Difficilmente la Sicilia (anzi, l'Italia tutta) riavrà figure simili.

Purtroppo oggi gli "imprenditori" hanno ben altro calibro. Ben altro verso il basso. Moralmente, intellettualmente e imprenditorialmente.

Saluti,

Mauro.

2 commenti:

Silvietta ha detto...

Infatti, una volta gli imprenditori erano gente onesta... qualcuno che sopravvive ancora c'è ma di solito finisce soffocato.
Ciao Mimì

Mauro ha detto...

Al di là dell'onestà... il discorso è che allora erano "imprenditori", oggi sono "investitori". E le due parole non sono sinonimi...

Oggi conta il breve termine e la crescita delle azioni.
Allora conatava il medio (talvolta lungo) termini e la crescita del fatturato.