domenica 6 dicembre 2009

Hilary Clinton, Amanda Knox e Meredith Kercher

Chissà come mai i politici statunitensi (tanto di destra quanto di sinistra, per quanto queste definizioni possano valere oltre oceano) sono sempre pronti ad ascoltare chi ha dubbi quando un cittadino statunitense viene condannato all'estero (e, come nel caso attuale di Amanda Knox, persino a lanciare sospetti di antiamericanismo) ma mai ad ascoltare chi ha dubbi quando un cittadino non statunitense viene condannato negli USA.

Ad esempio... Amanda Knox e Silvia Baraldini sono state entrambe condannate solo per indizi, molto più evidenti nel caso Knox che in quello Baraldini, ma nel caso Knox si tratta di "antiamericanismo", in quello Baraldini di "giustizia".

Tanto, troppo simile al comportamento di Israele che strilla all'"antisemitismo" ogni volta che si osa fare anche una leggera critica al governo israeliano (e non allo stato di Israele o al popolo israeliano o alla religione ebraica).

Non sarà che chi va con lo zoppo impara a zoppicare?

Saluti,

Mauro.

Nessun commento: