martedì 16 agosto 2011

Bossi e la gallina cieca

Si dice che anche una gallina cieca prima o poi riesce a beccare un chicco di grano.
Allo stesso modo anche Bossi prima o poi riesce a farne una giusta.

Come quando durante l'ultimo consiglio dei ministri ha messo a tacere Brunetta: "Nano, non romperci i coglioni".

Del resto lo cantò già De André che i Brunetta hanno il buco del culo troppo vicino al cuore.

Saluti,

Mauro.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Sinceramente, quando ho letto la frase, un sorriso è nato spontaneamente poi, però, è stato cancellato da una riflessione. Non è simpatico insultare una persona per una sua "deformità" fisica. Cosa avrebbe dovuto rispondere, allora Brunetta? "Taci tu, che quando parli non si capisce nulla!"? Chi arriva a insultare una persona in base a una deformità fisica, lo fa perchè è incapace di trovare difetti peggiori. Quindi, in un qualche modo, Bossi ha fatto un complimento a Brunetta: non posso dire che hai fatto qualcosa di sbagliato, quindi mi "attacco" e ti attacco su un difetto fisico. Questo per buona pace di De André. Serena

Mauro ha detto...

Se Brunetta fosse affetto da nanismo, ti darei ragione.

Ma Brunetta, nonostante la bassissima statura, non è affetto da nanismo (basta vedere le proporzioni delle sue membra).

Quindi il tuo intervento mi sembra troppo politicamente corretto.
E il politicamente corretto io lo rifiuto.

Anonimo ha detto...

Guarda che non ho mai detto che Brunetta sia affetto da nanismo ma la sua statura, decisamente inferiore alla media, almeno per un uomo può essere vissuta dall'interessato in un modo negativo. E comunque attaccare una persona per un difetto fisico è quantomeno infantile...

Mauro ha detto...

Viva il politicamente corretto, allora!!!

Ma va', piantala :-)

Anonimo ha detto...

No, non sto dicendo viva il politicamente corretto. Dico solo che bisogna SEMPRE rispettare l'avversario e che se ti abbassi a deriderlo in base a qualche particolarità dell'aspetto fisico, sei una persona da poco, che non ha altri argomenti da tirare in ballo. Serena

Paolo ha detto...

sono d'accordo con Serena. L'attacco diretto sui qualità fisiche dell'avversario è sempre volgare e si ritorce sempre contro chi lo mette in pratica. Infatti non approvo neanche che si dia a Berlusconi del "nano".

Mauro ha detto...

Ma mi state diventando tutti buonisti?

Vabbé che invecchiate, però...