domenica 1 maggio 2011

William & Karol

Chi di voi mi conosce si sarà stupito del fatto che non ho pubblicato commenti sarcastici o almeno critici sul matrimonio dei due cetrioli inglesi e sulla beatificazione della barbabietola polacca.

A parte il fatto che sono in Italia e scrivo dal cellulare (roba da amanuensi medievali)...

Su questo blog talvolta scrivo di argomenti seri e profondi e talvolta di argomenti leggeri e superficiali.

Appunto.
Di argomenti leggeri e superficiali.
Non di pagliacciate.

Saluti,

Mauro.

7 commenti:

Silvietta ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Silvietta ha detto...

Debbo ammettere che le definizioni "cetrioli inglesi" e "barbabietola polacca" mi fanno morire dal ridere: è una settimana che ci penso, ma aspettavo che fossi tornati per lasciarti il commento

Anonimo ha detto...

Ma poverini!!!! ahahahah!!!!
Ma dai!!!!

...sono perplessa sulla "barbabietola" mi sfugge il nesso.... :-)
Mi hai fatto morire dalle risate...

S.

Mauro ha detto...

Che William abbia l'espressività di un cetriolo è evidente... non è colpa mia :-)

Per quanto riguarda Kate e Karol... mi sono venute così... spontanee :-)

P.S.:
La barbabietola è uno dei principali prodotti dell'agricoltura polacca... secondo forse solo alla patata... ma definire patata un papa non suonava troppo bene :-D

Anonimo ha detto...

Grazie, adesso ho capito sei stato molto esaustivo. :-)
In effetti utilizzare il tubero come termine di paragone...sarebbe stato un pò troppo ambiguo.... :-)
Uhhhhh...se ti sentissero certi miei colleghi....ci sarbbe un'insurrezione!!!
Facendo invece, i seri ...per quanto riguarda fare santo una persona, io non sono d'accordo, e questo perchè non ho la fede.
Quanti uomini meno famosi dovrebbero essere nominati santi???
Un uomo, è solo un semplice... uomo, non c'è nulla di divino, ed alcuni penso che siano buoni.
Per la religione, nominare santi è un pò ....come attribuire il Nobel.... :-)
Comunque a parte le giustificazioni, mi piacerebbe uno Stato più laico.
Ma qui in Italia non succederà
Ciao Mauro

S.

Mauro ha detto...

Uno stato dovrebbe essere sempre e comunque laico... peccato che il Vaticano voglia far credere che laico e ateo siano sinonimi...

Comunque, per evitare fraintendimenti, io sono laico E ateo. Anche se le due cose non sono sinonimi ;-)

Anonimo ha detto...

Sfondi una porta aperta, sono atea pure io .... l'omone con la barba...ma dai....è da quando ho sei anni che non credo più a babbo natale. La più grande messa in scena della chiesa... Però se ci sono persone che credono e hanno la fede per farsi coraggio nella vita, non critico, massima libertà, basta che questo non limiti la mia di libertà...non ti pare?
Ciao!
S.