mercoledì 1 dicembre 2010

Assenza giustificata

Il Paralmento, con la scusa che sarebbe potenzialmente pericoloso occuparsi di temi importanti con una sfiducia pendente sul capo, ha deciso di sospendere i lavori fino al 13 dicembre.

A pensar male (e, come Andreotti insegna, a pensar male si fa peccato ma...) verrebbe da dire che i parlamentari hanno invece trovato il modo di assentarsi senza risultare assenteisti.

Comunque sia, è una buona notizia: almeno per questi pochi giorni che ci separano dal 13 dicembre il paese potrà andare avanti sulle sue gambe senza subire danni.

Saluti,

Mauro.

Nessun commento: