giovedì 12 luglio 2018

Linkiesta, Bielefeld e l'ignoranza

Ieri LinkPop, il servizio di Linkiesta per le notizie che sono riempite di errori* (anzi bestialità) e non interessano a nessuno e non servono a niente, ha pubblicato un articolo sulla città tedesca di Bielefeld.

Prima osservazione: leggetevi bene le parole e i toni usati sull'umorismo dei tedeschi (che non commenterò in dettaglio nel seguito dell'articolo). Puro razzismo. Se lo avessero fatto con un paese extraeuropeo, meglio se del terzo mondo, apriti cielo!

Ma veniamo ai contenuti (pubblico gli screenshot perché c'è sempre il rischio che Linkiesta corregga cercando di nascondere la correzione).


Cittadina?
Bielefeld ha 330.000 abitanti, poco più di Bari o Catania e decisamente di più di Verona o Trieste.
Chiamatemela cittadina.


Usenet è l'internet tedesco?
Ma lo sapete cosa sono usenet e internet?
(A parte il fatto poi che non esistono un internet tedesco, uno italiano, uno francese, eccetera, ma solo i contenuti in italiano, in tedesco, in francese su internet, ma questo comunque è l'errore meno grave).


Vedasi quanto scritto sopra (l'umorismo tedesco è sì diverso dal nostro e a noi italiani sembra scarso, ma...).


Bielefeld è ricca di storia, basti dire viene citata già a partire dal nono secolo d.C. (tre secoli prima di Monaco di Baviera, tanto per chiarire il concetto).
Per quanto riguarda le vie di comunicazione, Bielefeld si trova sul percorso dell'autostrada A2, la principale arteria ovest-est tedesca che unisce il bacino della Ruhr a Berlino e sul percorso della linea ferroviaria Colonia-Hannover che proprio secondaria non è.
Non ha monumenti famosi all'estero vero, ma questo vale per la maggioranza delle città del mondo (anche italiane): poche città vantano monumenti di fama veramente mondiale.

Saluti,

Mauro.

*Qui un esempio al proposito, tratto dal blog che state leggendo.

5 commenti:

  1. Ancora una volta il "nostro" LinkPop l'ha fatta fuori dal vaso. E pensare che aveva tutti gli ingredienti per confezionare un articolo curioso e persino con taglio ironico, invece - come già capitato in passato - ha finito col rovinare tutto.
    Ma ormai non mi stupisco più e credo nemmeno tu.

    RispondiElimina
  2. Ah, una delle specialità di LinkPop sembra essere quella di parlare male degli "altri". Dato che non credo risieda in Germania (come non credo abbia mai risieduto in Lettonia/Estonia all'epoca dell'articolo contro la lingua livone di cui avevo parlato sul mio blog) non ha i titoli per parlar male di chi non conosce. Io posso parlare male della Lituania, tu puoi parlare male della Germania e della Baviera, ma LinkPop no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tenendo poi conto che l'umorismo è una questione molto soggettiva.

      Elimina
  3. Comunque non si paragona una regione a una città. O paragoni una regione a una regione o una città a una città.

    RispondiElimina