giovedì 8 giugno 2017

Il (ora) famoso e frainteso articolo 32 della Costituzione

Tempo fa vi avevo parlato di come come costituzionalisti da strapazzo fraintendano e stravolgano l'articolo 11 della Costituzione.

Da quando è scoppiato il casino coi vaccini c'è un altro articolo diffusamente strapazzato, stravolto e frainteso: l'articolo 32.

I grandi "patrioti" difensori della libertà e della Costituzione (che non hanno mai letto, anche perché non so se sappiano leggere) ne citano sempre due bellissimi frasi:

"La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo"

e

"Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario".

E cari miei questa è, come già raccontato per l'articolo 11, lettura selettiva, non è la Costituzione.
L'articolo 32 della Costituzione recita:

"La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.
Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana."

Notate le parole in grassetto?
Notate come i bellimbusti di cui sopra non solo tagliuzzano l'articolo ma addirittura le singole frasi?

Bene, quelle parole in grassetto significano due cose:

1) Che il diritto alla salute della collettività prevale su quello del singolo, ergo se metto in pericolo la salute degli altri, lo Stato non tutela più il mio diritto a scegliere se e come curarmi, ma tutela la collettività;

2) Che io non posso essere obbligato a nulla solo fino a che a rischio è solo la mia salute, se appunto invece metto a rischio la salute altrui (per esempio annullando l'immunità di gregge non vaccinandomi) lo Stato può obbligarmi a un trattamento sanitario, eccome se può (per fortuna)!

Detto ciò si capisce che il decreto sui vaccini (come scrissi qui) è totalmente insufficiente, nonostante la contestazione di tutte le oche starnazzanti "libertà, libertà, qua qua qua".

Saluti,

Mauro.

11 commenti:

JS ha detto...

Dimentichi una cosa non da poco, il "fondamentale" (diritto e interesse).
Il 32 e' la pietra angolare su cui poggia l'intera costituzione, anche se non e' l'articolo 1. La liberta', bonta' sua, non puo' che inchinarsi e farsi da parte rispetto a tale articolo.

Mauro ha detto...

Giusto.

Del "fondamentale" ne avevo comunque parlato in http://pensieri-eretici.blogspot.de/2017/05/il-decreto-sbagliato-sullobbligo-di.html

Serena ha detto...

Purtroppo gli "antivax" non accettano il discorso dell'immunità di gregge: per loro è solo una costrizione ingiusta e pericolosa.

Ho visto alcuni di questi individui scagliarsi contro le statistiche sugli effetti collaterali dei vaccini (praticamente inesistenti, visto che muoiono molte più persone per reazioni avverse al cibo) gridando alla congiura e affermando che quelle statistiche erano state falsate.

Di conseguenza, anche se venisse emanato un decreto assolutamente perfetto, ineccepibile e incontestabile, sono certa che continuerebbero a starnazzare dando la riprova (se mai servisse) della loro stolidità.

Mauro ha detto...

Io comincio a pensare che per una parte di loro (e parlo dei genitori, non dei medici) più che di stolidità si tratti comunque di calcolo: se succede qualcosa al figlio non vaccinato si fa causa milionaria allo stato che lo ha esposto a rischi di contagio senza fornirgli una campana di vetro sotto cui proteggersi.
Peccato solo che il vaccino funzioni meglio di una campana di vetro e che, nonostante alcuni giudici idioti anche qui, certe cause funzionino meglio negli USA e in UK che in Europa.

Serena ha detto...

Vedi per decreto legge "assolutamente perfetto, ineccepibile e incontestabile" io intendo anche una tutela per lo Stato: tu non vaccini tuo figlio, bene qualsiasi cosa succeda, tu dallo Stato non prenderai un centesimo, anzi, pagherai tutte le cure di tasca tua e non tramite Servizio Sanitario Nazionale.

Se poi tuo figlio dovesse contagiare un bambino non ancora vaccinato, sarai tu a dover pagare non solo le cure per il bambino ma anche i danni.

Poi, voglio vedere chi si rifiuterà ancora di far vaccinare i figli.

Serena ha detto...

Per non parlare del fatto che se ti rifiuti di far vaccinare tuo figlio, devo dare per scontato che tu non sia in grado di tutelarlo, quindi ti metto sotto il controllo dell'assistenza sociale che ti controllerà fino alla maggiore età di tuo figlio. Servizio che pagherai di tasca tua, ovviamente!

Mauro ha detto...

Quanto tu scrivi è teoricamente ineccepibile e non fa altro che rafforzare quanto io ho scritto.

L'unico problema è che il decreto emesso non è "assolutamente perfetto, ineccepibile e incontestabile" (e colpevole è in primis quell'idiota analfabeta delinquente della Fedeli... la Lorenzin, che piaccia o non piaccia come persona, stavolta aveva fatto una cosa degna del massimo rispetto e sostegno).

Serena ha detto...

Farne un'altro a complemento del primo, non è impossibile.

Mauro ha detto...

La Fedeli (col sostegno del Ccodacons e del M5S, ma non solo) si metterebbe di nuovo contro.
E la Lorenzin ha "solo" il sostegno delle associazioni mediche e scientifiche. Ergo di chi ha veramente qualcosa da dire, ma in Italia è disprezzato.
Cosa sceglierebbe Renzi? La Fedeli che fa danni ma porta voti o la Lorenzin che fa cose serie ma non porta voti?
Non dimenticare che la società italiana viene fuori da Benedetto Croce: per lui la scienza non era cultura, era roba da officina meccanica.

Serena ha detto...

I governi cambiano...

Mauro ha detto...

Ma la mentalità antiscientifica figlia di Croce purtroppo no.