sabato 21 marzo 2015

Il nostro cibo nucleare

La prossima volta che vi venisse voglia di contestare OGM, nucleare, cibo e compagnia... prima leggetevi e imparatevi a memoria questo articolo della brava Alessandra Viola.

Saluti,

Mauro.

7 commenti:

Serena ha detto...

Letto sì, imparato a memoria no. :-)

Mauro ha detto...

Ti concedo un po' di tempo per farlo :-)

Serena ha detto...

Non hai capito: pur apprezzandolo, non ho la minima intenzione di impararlo a memoria. :-)

sandra ha detto...

Sono felicissima di poter comprare patate e cipolle che germogliano e mi sento improvvisamente molto più tollerante verso le zanzare. Questa signora ha un atteggiamento che dà molto da pensare, sembra che voglia dire: "Cosa vi agitate a fare, tanto ormai è tutto nuclearizzato", ma ancora prima di cominciare, con quel "lo so già come va a finire", dimostra di voler fare solo un po' di propaganda. Per di più, perdente. Gli studi medici che prevedono le radiazioni mi convincono del fatto che al nucleare non si può e non si deve rinunciare del tutto, ma certi atteggiamenti non aiutano neanche la "vostra" causa.

Jonny Dio ha detto...

Ma chi è contro il nucleare (molti, a giudicare dal recente referendum) è solamente contro le centrali, i cui rifiuti nessuno sa come smaltire efficacemente, non contro tutto ciò che è di derivazione nucleare, se no dovresti essere anche contro il sole e le radiografie, ovvio che gli usi civili sono un'altra cosa.
Che poi il problema non sono neanche le scorie, il problema è di come funziona la mafiocrazia italiana, finisce che le scorie te le ritrovi nel piatto, non è proprio la stessa cosa che si dice nell'articolo.
E' come dire che se sei contro le armi non devi neanche mangiare il maiale, dato che gli sparano un chiodo in testa.

geo ha detto...

OK. L'ho letto. Ma rimango contro gli OGM in agricoltura. Grazie ;)

Mauro ha detto...

@ geo

Tuo diritto essere contro. Però allora, se sei coerente, dovresti smettere di mangiare tutti i prodotti agricoli. Tutto quello che mangi è geneticamente modificato... almeno nei laboratori le modifiche sono controllate, mentre nei quattromila anni di modifiche "sul campo" tutto è stato fatto a casaccio.
A parte ciò, ribadisco, tutto quello che mangi è OGM e non spontaneo. Che ti piaccia o no.