venerdì 31 ottobre 2014

La leggenda del dolore dal dentista

Tutti lo sanno: dal dentista, anestesia o meno, si soffre, si prova dolore.

Ne siamo sicuri?
Io in questo periodo sono sotto doppia cura dentistica: per la paradontosi (denti sani ma gengive no) e per ragioni estetiche (denti sani ma storti e li voglio raddrizzare).
I dentisti che si stanno occupando della cosa (uno, anzi una, per la paradontosi e uno per l'estetica) mi stanno torturando che è un piacere... e non sempre con anestesia.

Eppure io non provo nessun dolore. Al massimo una specie di solletico, un po' di fastidio.

Non è che il dolore dal dentista sia una leggenda metropolitana e che quel dolore venga sentito perché deve essere sentito e non perché realmente ci sia?

Saluti,

Mauro.

2 commenti:

Serena ha detto...

Ne siamo sicuri.
La bocca è fortemente innervata e toccare un nervo è fisiologicamente doloroso. Poi ci sono persone che sopportano meglio il dolore, bocche con nervi più in profondità e, quindi meno sensibili oppure nervi che a causa di patologie varie (parodontosi compresa) sono quasi devitalizzati e pertanto insensibili.
E' altrettanto vero, però, che l'odontofobia peggiora le sedute dal dentista.

Mauro ha detto...

Allora, che i miei nervi siano devitalizzati o quasi lo posso escludere con certezza.
Sul resto possiamo parlarne :-)