sabato 5 luglio 2014

Un fenomeno tedesco: i guidatori fantasma

Fin da quando sono arrivato in Germania (ormai nel lontano 1996) mi ha colpito un fenomeno diffuso sulle autostrade tedesche: i Geisterfahrer, in italiano Guidatori fantasma.

No, il paranormale non c'entra. Non si parla di auto senza guidatore o di auto visibili ma inesistenti.
Si tratta di normalissime auto, di plastica e metallo, guidate da normalissimi esseri umani, di carne e ossa.
Allora perché fantasma? Qui in Germania si definiscono così quegli automobilisti che in autostrada guidano contromano (qualunque sia il motivo per cui lo facciano).

Io, per fortuna, non ne ho mai incontrato uno sulla mia strada (anche se talvolta ho cercato una piazzola di sosta perché la radio ne annunciava uno proprio dove ero io) però il fenomeno è molto diffuso. Molto di più che negli altri paesi europei (almeno quelli riportati nei reportage che parlano del fenonemo).

Due cause del fenomeno sono evidenti, palesi anche senza grandi indagini:

1) In Germania non esistono i caselli, quindi se uno all'ingresso dell'autostrada fa - per qualsiasi motivo - una manovra sbagliata rischia facilmente di ritrovarsi sulla carreggiata opposta (in Italia e Francia, per esempio, una manovra del genere grazie ai caselli difficilmente ti porta sulla carreggiata sbagliata);

2) In Germania le patenti non devono essere rinnovate, non c'è obbligo di fare regolari visite mediche per valutare se si è ancora in grado di guidare (infatti molti guidatori fantasma sono vecchietti sordi, orbi o rimbambiti che hanno semplicemente avuto la fortuna di non provocare mai incidenti - o di non accorgersi di averne provocati - e quindi mai sono stati controllati dalla polizia).

Un inciso riguardo il punto 2): proprio per questo motivo io mi tengo stretta la patente italiana e non la converto in quella tedesca. Io voglio fare le visite mediche regolari, voglio sapere se sono ancora in grado di guidare o se sono un pericolo pubblico.

Tempo fa, ascoltando un servizio radiofonico sul fenomeno, sono venuto però a sapere di una terza causa che, obiettivamente, è agghiacciante e dimostra quanto poco valore abbia la vita oggi. Sia la propria che quella altrui.
In detto servizio un portavoce della polizia autostradale ha dichiarato che:

3) In Germania si sta diffondendo tra i giovani neopatentati o quasi il fenomeno della guida contromano in autostrada come prova di coraggio.

Non credo serva commentare (a parte il fatto che anche qui si dimostra come certe categorie di persone fraintendano e stravolgano il significato delle parole: sulle autostrade tedesche la parola coraggio, in altri ambienti la parola onore).

Saluti,

Mauro.

10 commenti:

Serena ha detto...

Secondo me, in tutti i Paesi, a chi imbocca l'autostrada contromano, dovrebbero sospendere la patente per, almeno, 10 anni. Se io transito per una strada e vedo che TUTTE le macchine procedono in senso contrario, che quasi sicuramente mi scaricano il clacson addosso, non posso non pensare di aver appena fatto una ca..ta, accosto e mi fermo. Se non lo faccio sono una criminale e la sospensione della patente è il minimo che mi merito. Non farebbe male, neanche una sosta di qualche mese nelle patrie galere, giusto per riflettere sulla mia idiozia.

Mauro ha detto...

Sulle pene sono al 100% d'accordo con te.
Tornando però al caso tedesco, il tuo commento si applica solo al punto 1). Però questi automibilisti sono i più difficilibda beccare: appena si accorgono dell'errore o escono dall'autostrada o fanno inversione.
I vecchietti rimbambiti del punto 2) invece si chiedono come mai tanti altri automobilisti guidano contromano.
E i giovani idioti del punto 3) addirittura lo fanno apposta, quindi....

Serena ha detto...

Purtroppo è un fenomeno difficile da arginare.

Mauro ha detto...

Molto...

Paolo Restuccia ha detto...

Purtroppo è un fenomeno difficile da arginare.

Invece secondo me è facilissimo: basta mettere un paio di questi cosi all'altezza del casello (sono fatti apposta per non essere dannosi alle gomme se percorsi nel giusto verso di marcia, mentre ti bucano le gomme se stai andando contromano) e il gioco è fatto: fermi gli idioti e gli anziani che non si sanno orientare. :-)

Lo so che è un metodo molto estremo, ma è l'unico che può essere veramente efficace per evitare questa pericolosissima situazione.

Mauro ha detto...

Ottima osservazione, Paolo.
Ma temo che se utilizzassero certi aggeggi, qui in Germania ci sarebbe una mezza rivoluzione...

Serena ha detto...

Ormai in nome della sicurezza, tanti accorgimenti devono essere aboliti. Tanto per fare un esempio, per evitare che idioti e cerebrolesi salgano sugli autobus, dalle porte riservate alla discesa, basterebbe montare dei tornelli che girano solo in un senso, ma non è possibile, perchè in caso di incidente sarebbero un pericolo. In effetti, io vedo tutti i giorni autobus incidentati e adagiati sul lato sinistro! Figuriamoci qualcosa che riesce a bucare le gomme! Ci sarebbe una rivolta popolare e non solo in Germania. Cecchini? :-) Si risolverebbero tanti problemi, in una volta sola. ;-)

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Mauro ha detto...

Prima di risponderti mi piacerebbe sarebbe chi sei. In caso non ti riveli il commento verrà semplicemente cancellato.

Mauro ha detto...

Io avevo avvertito.