mercoledì 22 gennaio 2014

Il vuoto

Il vuoto non si riempie.

Saluti,

Mauro.

7 commenti:

Serena ha detto...

E' troppo presto. Io penso alla famiglia, come un gruppo di persone, sedute su una panchina. Quando un componente della famiglia muore, gli altri si stringono e il vuoto, diventa enorme ma con il tempo, in un certo senso, si distanziano e il vuoto, non è più così vuoto. Non svanirà ma non sarà più così evidente.

Mauro ha detto...

Il paragone che fai è molto bello, ma non cambia le cose: per stringersi su una panchina bisogna spostarsi... ma ciò non elimina né riduce il posto vuoto, solo lo sposta.

Serena ha detto...

Se leggi, ho scritto che "il vuoto diventa enorme".

Anonimo ha detto...

Il vuoto si crea, non nasce tale.
Il vuoto non si riempie. Il vuoto non si colma, il vuoto rimane tale, é essenza di sé stesso.
Se così non fosse, non sarebbe "vuoto" ma semplicemente uno spazio ancora da riempire.

Bb

Mauro ha detto...

Giusto, Barbara, è il senso di quello che dicevo io.

Anonimo ha detto...

Si ma io l'ho detto con parole mie..... ;-P

Mauro ha detto...

E meno male :-)