sabato 28 settembre 2013

La banalità del banale

Oggi ho letto - non mi ricordo neanche più dove - alcune considerazioni/domande sul banale.
Ma... cosa possiamo definire banale?
Io semplicemente direi che tutto quello che accade è banale... se non fosse banale non accadrebbe, verrebbe solo sognato.
La realtà è banale. Semplicemente.
Saluti,
Mauro.

2 commenti:

Serena ha detto...

La banalità è negli occhi di chi guarda. Per un medico, la nascita di un bambino è solo l'ennesima notte persa ad assistere la paziente, per i genitori è la cosa più bella della loro vita.

Per me, un tramonto è uno spettacolo usuale per una persona che ha appena avuto il dono della vista è lo spettacolo più meraviglioso del mondo.

Niente è banale se guardato come se fosse la prima volta.

salvo ha detto...

@Serena.
Sottoscrivo quanto dici. :)