sabato 3 agosto 2013

La condanna a Berlusconi (e i suoi favoreggiatori)

So che la cosa è, per lo meno per ragioni logistiche, impossibile.

Però ora che Berlusconi è stato condannato (trovato colpevole lo era già stato più volte, checché dicano i suoi sostenitori, basta leggersi le sentenze di prescrizione: più di una di fatto dice che le prove erano schiaccianti, ma ormai i termini temporali superati) una cosa va detta.

I milioni di italiani che in questi vent'anni hanno continuato a votarlo a questo punto sono colpevoli di favoreggiamento.
E per il reato di favoreggiamento andrebbero processati.

Saluti,

Mauro.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Ma non dire sciocchezze, non hai la più pallida idea di cosa significhi favoreggiamento.

Mauro ha detto...

Il coraggio dell'anonimato. Complimenti!

Paolo Ghezzi ha detto...

Certo, e magari istituiamo dei Tribunali Speciali o il Sant'Uffizio dell'Inquisizione che costringa tutti coloro che hanno rapporti con Berlusconi, il suo partito o le sue società, inclusi coloro che hanno un conto Mediolanum, una tessera Mediaset Premium o una maglietta del Milan a fare pubblica ammenda delle proprie colpe pena la gogna o la morte sul rogo...Complimenti, bella lezione di democrazia: se sei d'accordo con me, bene, altrimenti sei un farabutto o come minimo un deficiente...

Mauro ha detto...

Hai veramente capito tutto. Complimenti veramente.