martedì 14 maggio 2013

Le persone e le riunioni... una tragedia

Io, visto il lavoro che svolgo, sono spesso impegnato in riunioni di vario tipo.
Talvolta solo come partecipante, talvolta anche come come organizzatore e moderatore.
Non ho nulla contro le riunioni in sé (a parte il fatto che molte sono inutili a priori e quindi evitabili), infatti molte riunioni possono essere utilissime per "cementare" la squadra e - soprattutto - per mettere sul tavolo tutte le carte (se si gioca pulito, come dovrebbe sempre essere).

Il mio problema con le riunioni è di tutt'altro tipo. E ha a che fare non con eventuali scorrettezze, bensì con l'idiozia dei partecipanti e con il non riconoscere detta idiozia da parte dei moderatori.

Riassumo il problema con una serie di domande (retoriche). Le risposte le lascio ai lettori.

1) Perché in una riunione si va regolarmente fuori tema?
2) Perché i partecipanti a una riunione pongono sempre domande che col tema non c'entrano nulla?
3) Perché alle domande del punto 2) vengono comunque date risposte (che spesso col tema c'entrano anche meno della domanda)?
4) Perché chi fa una domanda, dopo aver ottenuto una risposta (anche se corretta ed esauriente) si sente obbligato a dare comunque una controrisposta (generalmente inutile)?
5) Ma soprattutto: perché ogni volta che un tema può essere espresso in maniera chiara e precisa con 100 parole tutti ne usano, nella migliore delle ipotesi, 1000, cioè dieci volte tanto?

Le riunioni sono necessarie, non lo nego, se usate bene. Ma chi le sa usare veramente?

Saluti,

Mauro.

4 commenti:

Layos ha detto...

Non so se sia una leggenda metropolitana o se sia vero, ma certo l'idea è ottima. Pare che Berlusconi in Mediaset avesse fatto allestire solo sale riunioni senza sedie, coi tavoli tipo banconi da bar, perché stando in piedi i tempi delle riunioni venivano compressi automaticamente dalla stanchezza fisica della postura.

Mauro ha detto...

L'idea non è male...

Serena ha detto...

Oppure, senza stravolgere l'arredamento, basta usare la tecnica della puzzola. Quando la riunione si prolunga è sufficiente rompere una fialetta di quelle che si usano a carnevale è la riunione, magicamente, terminerà. :-)

Mauro ha detto...

Serena, stiamo parlando di riunioni serie (anche se spesso frequentate da idioti), non delle festiccioli dei tuoi nipoti :)