giovedì 14 marzo 2013

Assisi non c'entra e il papa è nero

Ma quanto pecoroni sono i giornalisti (non solo italiani)?
Appena Jorge Mario Bergoglio ha scelto Francesco come nome d'arte per la sua attività di papa... tutti a tirare fuori Francesco d'Assisi.
A quanto pare i blogger (vedasi per esempio mau - anche se a leggere l'aggiornamento sembra ingenuamente credere alla favola raccontata da Dolan - oppure Layos, ma io stesso ho commentato in tal senso alcuni articoli "ingenui" del Fatto, di Linkiesta e del Post) hanno competenze e conoscenze superiori ai giornalisti per quanto riguarda la storia del cattolicesimo: papa Francesco è un gesuita... e i gesuiti, accanto al fondatore primo Ignazio di Loyola, venerano Francesco Saverio.
Serve aggiungere altro?

Cambiando tema, ma rimanendo in zona papale.
Molti si auguravano un papa nero (non per niente Turkson era considerato uno dei favoriti).
Poi c'erano i minorati mentali che prendevano sul serio "profezie" come quelle di Nostradamus e di Malachia e che sostenevano che queste profezie prevedevano un papa nero (il primo papa nero) proprio dopo il vecchio Ratzi.
E sapete una cosa? Stavolta ci hanno beccato!
Bergoglio è un gesuita e i gesuiti sono "neri". No, la politica non c'entra, ma i gesuiti sono l'unico ordine che prevede sempre e comunque abbigliamento completamente nero. Infatti il capo supremo dei gesuiti è sempre stato definito (per il potere dei gesuiti e per il colore delle loro vesti) "papa nero" (in opposizione al papa "reale", che tradizionalmente veste di bianco).
Bergoglio è il primo papa gesuita della storia. Quindi il primo papa "nero" sul trono di Pietro.

Saluti,

Mauro.

15 commenti:

.mau. ha detto...

come ho commentato su Friendfeed quando mi hanno fatto notare la stessa cosa, ho ammesso che Dolan in fin dei conti è un simpatico pennellone.

I giornalisti devono riempire tot colonne al giorno, non hanno tempo di studiare.

Mauro ha detto...

Io Friendfeed non lo seguo, quindi me la sono persa :-)

Straniero Imprudente ha detto...

Riguardo al nome, non è ancora escludibile nulla, lo stesso Padre Lombardi non ha saputo esprimersi a riguardo e ha rimandato tutto alla conferenza prossima..

Certo, i presupposti comunque ci sono tutti per il gesuita.
Però propendo personalmente per una "doppia interpretazione", come dicono, che rimandi ad entrambi i santi.
Anche perchè, mi chiedevo già appena annunciato, non chiamarsi direttamente Ignazio?

.mau. ha detto...

per la stessa ragione per cui Wojtyla avrebbe voluto chiamarsi papa Stanislao e gli han fatto notare che non era il caso. Innovazione sì, ma non troppa.

Straniero Imprudente ha detto...

Beh, insomma, è ben diverso. Stanislao è un po' troppo lontano dalla tradizione romana, e questo fu il motivo del consiglio di rinunciarvi.

Ignazio è il padrino dell'ordine che è stato il caposaldo della controriforma cattolica. Più romano di così si muore.

O pensi che Francesco Saverio sia meno "innovativo" di Ignazio di Loyola?

.mau. ha detto...

penso che Francesco possa confondere sufficientemente le acque ;-)

Straniero Imprudente ha detto...

Fin tanto che non lascia dichiarazione a riguardo (se lo farà mai) questo è certo.

Vedremo! :)

Mauro ha detto...

Dubito che rilascerà mai una dichiarazione esplicita al riguardo... ma staremo a vedere :-)

Straniero Imprudente ha detto...

Pare l'abbia fatta la dichiarazione, e sembra si riferisca proprio a Francesco da Assisi.

Aspetto il video, perchè non mi fido comunque dell'interpretazione personale dei quotidiani...

Serena ha detto...

Posso fare un'obiezione? Non è che i preti vadano in giro vestiti di giallo, verde o azzurro. Anche la loro tonaca è nera... Tanto per fare la bastian contraria! :-)

Mostro 34 ha detto...

ho trovato la trascrizione di un suo discorso, eccola:

http://www.tempi.it/il-papa-fa-lo-spiritoso-coi-giornalisti-avete-lavorato-eh-e-spiega-perche-ha-scelto-il-nome-francesco#.UUSbvVfxfp8

ha pensato veramente a san Francesco d'Assisi

Mauro ha detto...

Ho letto tutte le varie dichiarazioni, sia di Bergoglio stesso che altrui, e continuo a non essere convinto.
Per me ha confermato la versione "Francesco d'Assisi" solo perché si è reso conto che qualsiasi altra dichiarazione gli avrebbe messo il mondo (cattolico) contro :-)

Mauro ha detto...

@ Serena

I sacerdoti generalmente vanno vestiti di nero, vero. Generalmente, non sempre: se guardi con attenzione vedrai molto grigio in mezzo al nero.

Però ciò vale per i semplici sacerdoti ( soprattutto per quelli non appertenenti a nessun ordine).
L'unico ordine in cui non solo i semplici sacerdoti, ma tutti gli appartenenti vestono di nero (o almeno dovrebbero), in qualsiasi gradino della scala gerarchica si trovino, è quello dei Gesuiti.

Saluti,

Mauro.

Daniele ha detto...

Mauro, non vedere malignita' dove non c'e'. La storia come l'ha raccontata il papa e' credibile, ed ha pensato a Francesco d'Assisi. Questa vicenda è chiusa.

Mauro ha detto...

Ma guarda, Daniele, che io non vedo malignità.
Vedo solo una persona (Bergoglio) messa all'angolo e che si rende conto che dicendo la verità si troverà il mondo (cattolico) contro.
Vedo una semplice giustificabile debolezza umana, nessuna malignità.
Al suo posto probabilmente io avrei raccontato la stessa balla. Per lo stesso motivo.