lunedì 20 agosto 2012

Quanto vale un'azienda?

Oggi a Wall Street Apple è diventata l'azienda col più alto valore di mercato (cioè il valore totale delle azioni) della storia, battendo il record del 1999 di Microsoft.
Secondo la radio tedesca da cui ho appreso la notizia il valore è di 622 miliardi di dollari. Sulla Repubblica leggo ora 623 miliardi.
Miliardo più, miliardo meno, una bella cifretta.

Però, quanto vale veramente un'azienda?

Quanto sopra è il valore momentaneo delle azioni di Apple, ma è il valore delle azioni un indicatore realistico del vero valore dell'azienda (sto usando Apple come spunto, ma il mio discorso vale per qualsiasi azienda quotata in borsa, in qualsiasi borsa, non solo a Wall Street)?

Oppure si potrebbe riferirsi al fatturato dell'azienda (35 miliardi di dollari nell'ultimo trimestre che portano a un 140 miliardi su base annuale, mettiamo anche - esagerando - 200 miliardi nell'ipotesi che il trimestre di cui sopra sia stato il peggiore dell'anno)?

Oppure bisogna tenere conto dell'attivo (8,8 miliardi di dollari nell'ultimo trimestre, quindi ragionando come sopra circa 35 o 50 miliardi su base annuale)?

Oppure bisogna calcolare il patrimonio effettivo dell'azienda, cioè la somma della sua liquidità, del suo patrimonio immobiliare, delle sue scorte e dei suoi brevetti (che non conosco, ma di sicuro è ben inferiore ai 600 e passa miliardi delle azioni, anche se i il valore dei brevetti non è poi così facile da analizzare)?

Oppure ancora altro che ora mi sfugge?

Io sinceramente non lo so... ma a occhio il valore momentaneo delle azioni mi sembra comunque il metro di giudizio meno serio per valutare il valore reale di un'azienda.

Saluti,

Mauro.

Nessun commento: