martedì 14 agosto 2012

Londra: bilancio di uno sportivo da salotto

Beh, da salotto entro certi limiti: oggi non faccio più sport, ma in vita mia ne ho fatto, certo molto meno di chiunque sia mai andato alle Olimpiadi, ma al tempo stesso - ne sono sicuro - molto di più della maggioranza di voi che state lì seduti a leggermi :)

Comunque, tornando al tema, voglio fare qui (come anche annunciato domenica) il mio bilancio della spedizione italiana a Londra.
In base a quello che io - da ignorante - mi aspettavo (o speravo), non in base alle aspettative ufficiali.

Prima parlerò delle medaglie totali, poi valuterò sport per sport (a parte i primi quattro, e capirete subito perché, andrò in ordine alfabetico, non in ordine di successi o di mio interesse).

---

Computo medaglie totali

28 medaglie totali, 8 ori, 9 argenti, 11 bronzi.
Una medaglia in più rispetto a Pechino 2008 e l'ottavo posto assoluto nel medagliere, il che conferma l'Italia come una potenza sportiva assoluta, nonostante tutti i problemi politici ed economici.
Io personalmente mi aspettavo un paio di medaglie in più, ma soprattutto un bilancio ori-bronzi invertito rispetto a quanto alla fine ottenuto.
Quindi bilancio tutto sommato positivo, ma non certo ottimale.

Basket, Calcio, Hockey, Pallamano

Non eravamo presenti, né in campo maschile né femminile.
Quindi aspettative zero, presenza zero e, guarda caso, risultati zero :)

Atletica leggera

Sport in Italia in crisi da anni. L'unico bronzo (Donato nel salto triplo) va visto come un successo, anche tenendo conto che gli unici altri due atleti di valore assoluto che ha l'Italia non erano presenti: la Di Martino per infortunio e Schwazer per la nota storiaccia di doping.
Comunque rimane incomprensibile la politica della federazione italiana di atletica di portare alle Olimpiadi una squadra ridotta al minimo: le Olimpiadi sono il luogo dove esplodono i campioni, anche a sorpresa. Se li lasci a casa è un po' difficile che esplodano...

Badminton

In Italia non è considerato uno sport e le Olimpiadi lo hanno dimostrato.
Aspettative zero, risultati zero. Sarebbe stato più intelligente lasciare a casa i nostri rappresentanti del badminton e portare a Londra un paio di atleti in più in altre discipline.
Comunque, tutto come previsto.

Beach Volley

Pretendere medaglie era troppo, ma comunque la figura non è stata poi così disastrosa.

Canoa/Kayak

Una sola medaglia, ma bilancio estremamente positivo. L'oro di Molmenti conferma che non siamo una potenza assoluta, ma che siamo sempre dei possibili rompiballe là in alto :)
E poi c'è sempre Josefa Idem, "solo" quinta... ma a 48 anni e all'ottava Olimpiade!

Canottaggio

La domanda è la seguente: facciamo riferimento alla storia o all'oggi?
Se facciamo riferimento alla storia, alla nostra storia, l'unico argento di Londra è un fallimento totale.
Se invece facciamo riferimento all'oggi, alla vitalità dei vari movimenti canottieri mondiali, allora è forse un successo.
Ognuno la pensi come vuole.

Ciclismo

Il ciclismo alle Olimpiadi è sempre un terno al lotto... però un'Italia che tra strada, pista e cross torna a casa con solo un bronzo non quadra (è vero che se a Fontana non si fosse rotta la sella nel finale del cross sarebbe stato probabilmente oro... ma al di là del colore è la quantità di medaglie a non essere degna della nostra tradizione).

Equitazione

Non c'erano aspettative e non ci sono stati risultati.
Nonostante il passato glorioso è uno sport che in Italia ormai esiste di fatto solo sulla carta.

Ginnastica Artistica

Non ci si aspettava moltissimo, ma forse qualcosa di più del bronzo di Morandi poteva uscirci.

Ginnastica Ritmica

Un bronzo. Poteva andare meglio e poteva andare peggio. Quindi va bene così.

Ginnastica Trampolino

Alle Olimpiadi c'eravamo, ma in realtà non sappiamo neanche che sport sia (e io ne so meno ancora di chiunque altro). Quindi il non aver ottenuto niente è tutto sommato logico e giusto.

Judo

Un bronzo. Dal judo qualcosa viene sempre fuori. Talvolta un metallo più nobile, talvolta meno. Ma tenendo conto che il movimento in Italia è limitato, è comunque sempre un successo.

Lotta

Quest'anno nulla. Zero totale.
Eppure, anche se il movimento si è molto ridotto rispetto a 20-30 anni fa, qualcosa ci si poteva aspettare... magari non medaglie, ma neanche il nulla assoluto.

Nuoto

Il fallimento italiano di Londra.
Ci si aspettavano (e mi aspettavo) varie medaglie, magari non una pioggia di medaglie come nella scherma, ma almeno 3-4 erano previste. Invece solo un bronzo (e non in piscina, visto che è stato ottenuto nella 10 km in acque libere).
E la cosa più scandalosa è stata la scusa dal "capitano" Magnini, secondo cui la colpa è della preparazione che ha portato i nostri nuotatori al massimo di forma ai campionati europei di maggio.
Scusa che è un grandissimo autogol, visto che con essa si dimostra che l'Italia ha ottimi nuotatori ma non ha campioni (anche se la Pellegrini si crede volentieri tale): un campione ha le qualità atletiche, tecniche e mentali per mantenere la forma massima per due mesi.
Se non riesci a mantenere la forma massima da maggio a luglio (da maggio a luglio, dico, non da febbraio a novembre!) non sei un campione. Punto.

Nuoto Sincronizzato

Niente ci si aspettava, niente è arrivato. Tutto normale.

Pallanuoto

Tra gli uomini, nonostante fossimo campioni mondiali in carica, non eravamo considerati tra i favoriti per le medaglie. Ed è invece arrivato l'argento.
Tra le donne invece si parlava di medaglie e non è arrivato nulla.
Bilancio globale tutto sommato come previsto... ma a sessi invertiti :)

Pallavolo

A parte il fatto che la medaglia dei maschietti è stata di bronzo e non d'argento... per quanto riguarda le aspettative si può copiare quanto scritto per la pallanuoto :)

Pentathlon

L'era d'oro italiana, quella dei Masala e dei Massullo, è finita da quel dì e dubito mai ritornerà.

Pugilato

Bilancio decisamente inferiore alle attese: solo due argenti e un bronzo.
In parte per colpe proprie: Picardi e Valentino, considerati sicuri da medaglia, si sono fermati lontani dal podio, Russo, decisamente il più forte nella sua categoria, si è fermato all'argento.
In parte per colpe non proprie: Cammarelle nella categoria regina, i supermassimi, si è dovuto accontentare dell'argento perché "doveva" vincere un pugile di casa.

Scherma

Servono commenti?
Se non vince una/o, vince l'altra/o. Ma comunque sempre tricolore è.
La scherma è casa (cosa) nostra :)

Sollevamento pesi

Come previsto abbiamo giusto fatto presenza :)

Taekwondo

Di questo sport ne so tanto qanto nulla :)
Però direi che un oro e un bronzo poi così male non sono. O sbaglio?

Tennis

Qualcuno, prima delle Olimpiadi, parlava di medaglie.
Quel qualcuno mi ha fatto ridere. Però la velocità con cui le nostre tenniste e i nostri tennisti sono usciti dal torneo mi ha fatto piangere.

Tennistavolo

Leggasi quanto scritto per il Badminton.

Tiro

E non venitemi più a dire che gli italiani sono mollaccioni, non bellicosi, ecc.
Quando c'è da sparare nessuno ci ferma! Pistola, fucile o carabina... sono comunque medaglie, record olimpici, record mondiali! Un trionfo!

Tiro con l'Arco

Non proprio come con le armi da fuoco... ma anche qui ci siamo difesi più che bene.

Triathlon

Medaglie non ce ne aspettavamo... ma qualche piazzamento migliore direi di sì.

Tuffi

Diciamoci la verità: i nostri atleti - Tania Cagnotto in primis - hanno dimostrato di avere le qualità tecniche e atletiche per primeggiare a livello mondiale.
Ma hanno dimostrato altresì di non avere le palle per farlo sotto tensione, tensione che è normale alle Olimpiadi.

Vela

Splendido sport, ma ormai sono passati i tempi in cui l'Italia poteva ottenere qualcosa.

---

Saluti,

Mauro.

3 commenti:

  1. Ottimo riassunto. :-) Sai, però, cosa mi è piaciuto in particolare delle Olimpiadi? Visto che non lo indovineresti mai, te lo dico io. I loghi interattivi di Google: mi ci sono divertita da matti! ;-)

    RispondiElimina
  2. Pensi di essere l'unica ad aver perso tempo con quei giochini? ;-)

    RispondiElimina
  3. Voglio sperare di no! :-)

    RispondiElimina