lunedì 28 maggio 2012

Scandalo scommesse nel calcio... e se fosse che...

Nel 1980 scoppiò il primo grande (non il primo in assoluto) scandalo del calcio italiano, il famoso calcioscommesse. Le polemiche sulla stampa e tra gli appassionati raggiunsero però l'apice due anni dopo, a causa dell'amnistia concessa. In vista dei mondiali di Spagna.
E in mezzo alle polemiche e alle macerie di un sistema l'Italia vinse i mondiali (sempre sia lodato Bearzot, uomo e commissario tecnico).

Nel 2006 ci fu la bomba atomica di Calciopoli a cui, oltre alle condanne (giudicate giuste o troppo miti a seconda della parrocchia di appartenenza), seguirono come tradizione infinite polemiche sulla stampa e tra gli appassionati. In vista dei mondiali di Germania.
E in mezzo alle polemiche e alle macerie di un sistema l'Italia vinse i mondiali (sempre sia lodato Lippi, commissario tecnico... uomo, beh, stendiamo un velo pietoso).

Oggi nel 2012 sembra l'apocalisse col nuovo calcioscommesse (non serve che vi segnali articoli o altro: basta aprire internet, la TV o qualsiasi quotidiano e trovate di tutto e di più), col tradizionale corollario di grandi polemiche sulla stampa e tra gli appassionati. In vista degli europei di Polonia-Ucraina.
Se tanto mi da tanto, è la volta che rivinciamo gli europei dopo più di 40 anni... Prandelli permettendo :-)

Saluti,

Mauro.

Nessun commento: