martedì 10 aprile 2012

Roma legona, Lega ladrona

Lo slogan è sempre stato "Roma ladrona".
E qualcuno ha capi`presto che lo slogan serviva solo a distogliere l'attenzione dalla "Lega ladrona". Qualcuno, purtroppo non tutti, purtroppo forse non tanti.

Ora, a parte il fatto che Tangentopoli ci ha insegnato che il furto politico moderno in Italia generalmente comincia a Milano e non a Roma, questo slogan ripetuto fino all'ossessione ha illuso molti - anche antileghisti - che la Lega sì faceva schifo, ma lo faceva per altri motivi (razzismo, egoismo, ristrettezza mentale, ecc., ecc.).
Molti - anche antileghisti - si illudevano che sotto il punto di vista "furti di/al partito" la Lega fosse veramente di un'altra schiatta rispetto ai partiti classici. E ora gli tocca aprire gli occhi, svegliarsi.

Per questo tutti i furti, tutti gli arricchimenti grazie alla politica vanno combattuti e condannati senza se e senza ma... però mentre agli altri partiti non concedo attenuanti, alla Lega mi permetto di concedere aggravanti.

Saluti,

Mauro.

Nessun commento:

Posta un commento