mercoledì 18 gennaio 2012

I sommersi e i salvati 2

Purtroppo morti e dispersi sono aumentati di numero.

Ma sia i numeri che tutte le nuove informazioni che via via arrivano confermano l'eccezionalità dell'equipaggio che ha preso in mano la situazione (con errori anche, certo, ma chi non ne avrebbe fatto in una situazione del genere?) scavalcando il capitano che prima non sapeva cosa fare e poi è scappato (cioè l'equipaggio si è ammutinato per salvare i passeggeri... informatevi pure sulla gravità del reato "ammutinamento").

Si parla ora della vigliaccheria di Schettino (il capitano). Probabile che sia anche un vigliacco, però sapendo l'addestramento che hanno (o che dovrebbero avere) i capitani di mare, non mi convince. Dovrebbero essere in grado di resistere a stress, tensione, panico, responsabilità, ecc. Almeno per un po' di ore, non crollare subito.
Non so, ma se mi chiedete cosa penso, vi rispondo che sarebbe stato interessante fare subito un esame tossicologico al capitano dopo il naufragio.

Saluti,

Mauro.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Infatti un esame tossicologico sarebbe stato molto utile. E che oramai sono passati forse troppi giorni. Ci sono alcune sostanze che permangono nell'organismo anche per più di 3/5 giorni, e oltre all'esame delle urine o del sangue cè anche l'analisi del capello. E poi adesso salta fuori pure la moldava non registrata! Ma chi è veramente questo Capitano? Chi si nasconde dietro alla facciata che poteva avere fino a prima del naufragio?Avrà abusato dei suoi poteri? E cos'altro? Dovranno fare delle belle indagini approfondite e chiarire tanti punti oscuri sopratutto su di lui e anche su altri personaggi coinvolti e pure la società Costa Crociere che di questo "inchino" era ben a conoscenza e ha autorizzato qs manovra. E intanto, si contano le persone morte, disperse, i familiari disperati e le persone che non hanno più il lavoro. Che brutta storia.
Ciao
Sonia

Paolo ha detto...

Comunque bisogna dire che meglio di così l'inchino non poteva riuscirgli.

Mauro ha detto...

Effettivamente...

Anonimo ha detto...

Purtroppo si è inchinata anche l'isola del Giglio e il risultato è stato una testata...

Battute a parte, io sono convinta che Schettino sia profondamente vigliacco, basta ascoltare la telefonata con la C.d.P., per averne la prova: "Qui è buio...".Io posso anche capire un attacco di panico, in fondo prima di essere un capitano è un essere umano, ma la strigliata del comandante De Falco, lo avrebbe dovuto far rinsavire. Invece non è successo. Inoltre ho avuto l'impressione che Schettino fosse, se non proprio ubriaco, decisamente alticcio e questo purtroppo se le analisi non sono state effettuate immediatamente, non lo sapremo mai. Serena

Mauro ha detto...

Infatti. Perché secondo te ho scritto che l'esame tossicologico sarebbe stato da fare subito?