domenica 1 gennaio 2012

Dieci anni fa

Il primo gennaio del 2001 in molti paesi europei sparirono le talvolta antiche monete locali e arrivò l'Euro.

A Stoccarda, dove allora vivevo, ciò significò in pratica il raddoppio dei prezzi nell'arco di una notte, in quanto moltissimi commercianti e ristoratori sostituirono semplicemente la dicitura "DM" con la dicitura "€". Peccato che un Euro valesse (valga) 1,936 vecchi marchi tedeschi.
E Stoccarda non era un'eccezione in Germania.
E la Germania non era un'eccezione in Europa.

E ora, dieci anni dopo, in giro per l'Europa i commercianti in tempo di crisi piangono miseria per il crollo dei consumi.

Cari commercianti, cari ladri, se volete avere il diritto di lamentarvi per la crisi, prima restituite a noi consumatori quello che avete rubato a noi consumatori con l'introduzione dell'Euro.

Saluti,

Mauro.

4 commenti:

  1. Aspetta e spera... Sai cosa ti risponderebbe un commerciante? "Non è colpa mia! Sono i grossisti ad aver aumentato i prezzi!" Peccato che, come dici tu, i prezzi siano raddoppiati nell'arco di una notte... Ma è sempre colpa di qualcun'altro! :-( Serena

    RispondiElimina
  2. Anche i grossisti sono commercianti...
    E comunque so per certo che la maggioranza dei raddoppi sono avvenuti al dettaglio, non all'ingrosso.

    RispondiElimina
  3. Lo so anche io. Ti riferivo solo cosa è stato risposto a me. Serena

    RispondiElimina
  4. Non solo a te. Ma rimangono menzogne per la maggioranza dei casi.

    RispondiElimina