mercoledì 1 giugno 2011

Casino nucleare

Noi italiani all'estero stiamo votando ora per posta per i referenda del 12-13 giugno prossimi.
Dovendo il nostro voto pervenire entro il 9 giugno ai vari consolati, a noi tutti (disservizi delle poste dei vari paesi in cui viviamo permettendo) sono già state recapitate le schede elettorali.
Il problema è che il governo ha parzialmente modificato il testo della legge sul nucleare (referendum numero 3) molto di recente. A schede già stampate.
La Consulta ha dichiarato il referendum comunque ammissibile. Fin qua nessun problema. Per gli italiani in Italia si possono ancora ristampare o correggere le schede.
Ma per noi italiani all'estero? Noi abbiamo votato o stiamo votando pro o contro un testo di legge che non esiste più nella forma da noi votata.
È valido a questo punto il nostro voto?

Saluti,

Mauro.

Nessun commento: