martedì 1 marzo 2011

Stati Uniti di Libia

Gheddafi è stato denunciato alla Corte Penale Internazionale (ICC), che quindi ora dovrà indagare sui fatti recenti occorsi in Libia.
Fin qua nulla di strano. Si può valutare politicamente la mossa come si vuole, ma da un punto di vista giudiziario/umanitario un'indagine seria è necessaria.

I problemi sono due, anzi uno e mezzo, visto che il primo probabilmente cadrà quando cadrà anche ufficialmente Gheddafi.

1) La Libia non aderì all'ICC quando questa venne creata, quindi ufficialmente non è sotto la sua giurisdizione. Ma è molto probabile che un qualsiasi governo post-Gheddafi aderisca e oltretutto indagine ed eventuale condanna sono comunque possibili, solo che in questo caso non c'è obbligo di consegna dei condannati da parte del paese non aderente. Quindi questo è un mezzo problema, nel senso che si tratta in fondo di formalismi.

2) Il paese che ha spinto di più (dopo Francia - per farsi perdonare il sostegno al tunisino Ben Alì - e Regno Unito) si chiama... Stati Uniti d'America. Detto così sembra normale: gli USA sono uno stato democratico, occidentale e con Obama cercano di correggere almeno alcune delle schifate fatte da Bush. Quindi perché sorprendersi?
C'è molto di cui sorprendersi invece. Gli USA sono uno dei pochi stati (insieme alla Libia, appunto) che non hanno mai aderito all'ICC con la scusa che i soldati statunitensi in giro per il mondo devono essere sempre e solo giudicati da tribunali statunitensi, qualsiasi crimine commettano.
Ora sono curioso di vedere come si comporteranno gli USA quando qualche loro militare - anche solo a nome proprio, senza ordini dall'alto - commetterà reati contro popolazioni di paesi come Afghanistan, Iraq o altro. Detti reati sono carico dell'ICC. A cui gli USA non aderiscono, ma a cui denunciano gli altri.

Vedremo. Sono proprio curioso.

E, sinceramente, da italiano mi verrebbe voglia di denunciare all'ICC i casi Cermis e Calipari.

Saluti,

Mauro.

2 commenti:

Silvietta ha detto...

E' sempre "bello" vedere qualcuno che fa la morale agli altri su qualcosa che lui stesso non caga... complimenti agli Usa -_-'''

Mauro ha detto...

Aggiungiamoci pure che gli USA pretendono di guidare in qualche modo l'ONU ma sono uno dei paesi più in ritardo coi pagamenti all'ONU stessa delle quote stabilite...