domenica 5 dicembre 2010

Calcio eretico

Chi mi conosce sa che sono un appassionato di calcio, in particolare un grande appassionato e tifoso della più antica e grande squadra di calcio italiana, il Genoa.

Comunque oggi non voglio parlarvi di Genoa.

Chiunque segua il calcio si sentirà prima o poi porre la domanda: il più grande è stato Pelé o Maradona?
Chiunque conosca veramente il calcio (cioè pochissimi) risponderà sempre: e chi sono costoro? I grandi veri sono stati Cruijff e Beckenbauer (e Di Stefano e Puskás e Meazza e Riva e svariati altri).

Forse (ma solo forse) Pelé e Maradona sono stati i più spettacolari. Ma lo spettacolo in questo senso riguarda il circo, non il calcio.

Saluti,

Mauro.

2 commenti:

Valente il ragazzo diffidente ha detto...

Sono totalmente d'accordo con te. Pelé e Maradona sono stati due grandissimi, l'università del calcio. Due giocatori in grado di vincere le partite da soli con giocate spettacolari.

Io dei vari Cruijff, Beckenbauer, Puskás, Meazza e Riva ho solo le parole del mio nonno e qualche filmato, tu invece li hai visti giocare dal vivo!! :-)... ed erano i veri geni del calcio, intesi come le intelligenze celesti che sapevano far vincere tutta la squadra. Di più non saprei che dire...

Mauro ha detto...

Ragazzo mio... il grave è che su Beckenbauer, Cruijff e Riva... hai ragione... se non proprio dal vivo, almeno in assoluta diretta, non in filmati di repertorio.

E le cose che ho visto fare soprattutto a Cruijff... Maradona e anche Pelé se le sognano.

Però Cruijff le faceva sembrare semplici e soprattutto le faceva al servizio della squadra... Pelé e soprattutto Maradona invece ci tenevano a farle sembrare difficili e le facevano con la squadra al loro servizio, non viceversa...

E noi viviamo in un mondo dove conta la scena (cioè Maradona), non la sostanza (cioè Cruijff).

Saluti,

Mauro.