sabato 5 giugno 2010

I giovani d'oggi

Ormai da una decina di giorni mi muovo con gesso e stampelle. Ma questo lo sapete già, ormai sentirlo ripetere vi annoia.

Però al riguardo ho dovuto fare un'osservazione interessante.

Io non mi considero una persona degna di particolari attenzioni, del resto la mia "invalidità" è temporanea e per di più non particolarmente grave.
Al di là di ciò mi sarei aspettato, nei luoghi pubblici che frequento (locali, mezzi di trasporto, uffici pubblici, ecc.), maggiore attenzione nei miei confronti da parte della mia generazione (cioè i quarantenni) o addirittura da parte di generazioni più vecchie... ma scarsa considerazione da parte delle generazioni giovani.

Invece... nei miei movimenti per la città gli unici aiuti spontanei (necessari o meno che fossero) me li sono visti offire da 16-20enni... forse dovrei ricredermi sulle giovani generazioni :-)

Saluti,

Mauro.

2 commenti:

Aglaja ha detto...

Ecco un post che apre alla speranza: se ne sentiva il bisogno, di questi tempi.

A.

Mauro ha detto...

Diciamo socchiude... così preveniamo delusioni troppo grosse in futuro... non si sa mai ;-)

Saluti,

Mauro.