lunedì 22 marzo 2010

Le tette della Disney

Non temete, la Disney non ha deciso di cambiare genere e di passare dai film per bambini/ragazzi a quelli solo per adulti...

Però leggo: "Basta attrici con i seni rifatti". In sostanza, per il prossimo film della serie "I pirati dei Caraibi", la Disney non vuole attrici che si siano rifatte il seno, vuole solo seni naturali (mi chiedo come faranno il test vero/falso i responsabili del casting...).

Intanto questa notizia dimostra ancora una volta la scorrettezza di certo giornalismo: la Disney decide per UN film di volere solo corpi naturali (magari poi lo farà anche per gli altri, ma per ora è UN solo film) e di cosa parlano i titoli dei giornali? Della "crociata" della Disney contro i seni rifatti.

La cosa che mi preme dire però è un'altra: Brava Disney! Bella iniziativa, sinceramente.

Per evitare fraintendimenti: non sono di principio contro la chirurgia estetica, ma sono estremamente contro l'attuale mania di rifarsi, questa epidemia di siliconi, di botox, di stirature, di protesi, ecc., ecc.
Sono contro l'incapacità odierna di accettarci per quello che siamo, con i nostri lati estetici belli e con quelli imperfetti.
"Epidemia" poi in buona parte provocata appunto da cinema, TV e pubblicità e con vittime soprattutto le ragazze più giovani (paradossalmente, per ora, tra gli uomini invece l'epidemia colpisce di più i 40-50enni, cioè coloro che dovrebbero aver raggiunto una certa maturità e un certo equilibrio).

E tenendo conto di quello che è il pubblico della Disney... finalmente un esempio, uno stimolo CONTRO la chirurgia estetica.

Saluti,

Mauro.

Nessun commento: