lunedì 2 novembre 2009

Famiglia, scuola ed educazione sessuale

Leggete questo articolo: "Foligno: incinta a 14 anni, partner di 15 - I genitori: a scuola si faccia prevenzione".

Non notate nulla di strano?

Io sì: la pretesa dei genitori che la scuola faccia quello che loro non hanno fatto, cioè parlare coi propri figli della sessualità.

Quando la smetteremo di pretendere che altri (le "istituzioni") facciano ciò che noi non abbiamo saputo - o molto più probabilmente voluto - fare?

Quando lo faremo di sicuro il mondo diventerà un posto molto migliore.

Saluti,

Mauro.

5 commenti:

Aglaja ha detto...

Grazie di cuore per aver espresso questa semplice (e perciò spesso incompresa) verità.

A.(che spesso si trova a dover fare da madre, padre, tutore, badante, assistente sociale, pur essendo soltanto una prof.)

Enzo Costa ha detto...

Condivido: "E lo Stato che fa?" è la lamentazione standard di chi ignora che lo Stato siamo noi tutti.
Enzo

Mauro ha detto...

Parole sante.
Io spesso mi ripeto loe parole di Kennedy quando disse che non bisogna chiedersi cosa può fare lo Stato per noi bensì cosa possiamo fare noi per il nostro Stato.

Ciao,

Mauro.

Valente Diffidente ha detto...

Perfettamente in accordo con te.
Vogliamo che la scuola insegni il sesso ai nostri figli, per poi scandalizzarci quando le scuole vogliono inserire l'Educazione sessuale.
Siamo il paese dei controsensi!!

Una cosa interessante è successa in Spagna ultimamente:

http://piccolevitalita.blogspot.com/2009/11/il-piacere-e-nelle-tue-mani-corso-di.html

Mauro ha detto...

Avevo letto la notizia su Repubblica... l'incredibile è che succede in Spagna, dove sì il governo è molto laico, ma dove la chiesa e la religione ancora tanta importanza per il popolo...

Meglio così, c'è speranza :-)

Saluti,

Mauro.