lunedì 10 luglio 2006

E ora...

...che abbiamo vinto il titolo di Campioni del Mondo di calcio, il nostro calcio deve vincere la seconda battaglia. Forse quella più importante e difficile: quella contro l'insabbiamento.

Non bisogna lasciare che lo scandalo dei campionati truccati venga nascosto con il solito "volemose bene" che segue a ogni grande successo (e non solo in Italia, credetemi).

No. La vittoria di Berlino non deve essere una scusa per un'amnistia, per un insabbiamento generale.

La vittoria di Berlino deve invece essere la vittoria contro la banda Moggi-Galliani, deve far venire tutto alla luce e far sì che la giustizia (sportiva e, se necessario, anche penale) faccia il suo corso. Senza pietà e senza giustizialismi.

Se la vittoria nel mondiale portasse a un'amnistia, allora sarebbe stato mille volte meglio buttarli in tribuna quei cinque crudeli, magnifici rigori contro la Francia.

Saluti,

Mauro.

Nessun commento: